Il racconto della tedesca: stuprata e poi legata per essere violentata ancora
Top

Il racconto della tedesca: stuprata e poi legata per essere violentata ancora

La donna ha raccontato di essere stata avvicinata da un giovane forse dell'est europa: ho cercato di scappare ma mi ha raggiunta e picchiata

Stupro di Villa Borghese
Stupro di Villa Borghese
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Settembre 2017 - 16.52


ATF

Una scena terribile sulla quale gli investigatori stanno cercando tutti i riscontri possibili soprattutto attraverso le telecamere: dopo essere stata trasportata in ospedale, ha raccontato di essere stata stuprata da un “giovane probabilmente straniero”, di circa 20-25 anni e di carnagione chiara, “forse dell’Est Europa”.
La donna ha raccontato che quando lo stupratore l’ha avvicinata, “ero spaventata, gli ho detto di andar via ma lui si è seduto vicino a me. Poi mi ha afferrata per i capelli, picchiata e violentata. A un certo punto sono riuscita a scappare, ma lui mi ha raggiunto, mi ha legato i polsi per non farmi muovere e sono continuati gli abusi”.
La violenza è avvenuto tra mezzanotte e l’una in un punto di Villa Borghese in cui la 57enne, senza fissa dimora nella Capitale, dormirebbe abitualmente. La cittadina tedesca avrebbe raccontato che si trova a Roma da circa sei mesi e che di giorno chiede l’elemosina per le strade del centro storico mentre la notte dorme a Villa Borghese. Quando il suo aggressore è andato via si sarebbe slegata da sola e precipitata in strada dove ha chiesto aiuto a un giovane tassista che transitava in quel momento su viale Washington.
Nel parco romano i poliziotti hanno rinvenuto gli indumenti della donna; l’aggressore le avrebbe sottratto anche 40 euro. Gli accertamenti medici compiuti in ospedale avrebbero confermato la violenza sessuale. La Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti.

Leggi anche:  Incendio in appartamento nel quartiere Prati, morto carbonizzato il proprietario 70enne
Native

Articoli correlati