Liguria, Landini chiede le dimissioni di Toti: "Prenda esempio da Vasco Errani, è una questione di credibilità"
Top

Liguria, Landini chiede le dimissioni di Toti: "Prenda esempio da Vasco Errani, è una questione di credibilità"

Landini su Giovanni Toti: "Se pensi di essere innocente hai tutto il diritto di tutelarti ma allo stesso tempo non puoi portare nel baratro anche le istituzioni. Poi ognuno ovviamente risponde alla sua coscienza".

Liguria, Landini chiede le dimissioni di Toti: "Prenda esempio da Vasco Errani, è una questione di credibilità"
Maurizio Landini
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Maggio 2024 - 12.47


ATF

Maurizio Landini, è intervenuto sulla questione Liguria e sulle dimissioni di Toti non ancora arrivate. “Quando Vasco Errani era presidente dell’Emilia Romagna e gli arrivò un avviso di garanzia, un minuto dopo si è dimesso, per poi scoprire anni dopo che non c’entrava nulla e che era assolutamente innocente. Penso che quello sia un esempio importante perché quando uno riveste un ruolo non c’è solo il problema di quello che succede a lui ma c’è anche il problema della credibilità delle istituzioni che rappresenta”.

“Il rischio che vedo è che, di fronte a quello che sta succedendo, aumentino le persone che non si sentono più rappresentate da nessuno e questo è un indebolimento della democrazia. Credo quindi che ci siano dei momenti in cui devi anche assumerti la responsabilità di quello che rappresenti. Se pensi di essere innocente hai tutto il diritto di tutelarti ma allo stesso tempo non puoi portare nel baratro anche le istituzioni. Poi ognuno ovviamente risponde alla sua coscienza”.

Leggi anche:  Landini (Cgil): "La precarietà taglia salari e diritti, situazione figlia di 20 anni di politiche sbagliate"

“Considero ciò che fece Errani un fatto molto importante che ha ridato credibilità a lui e alle istituzioni che rappresentava. Penso che oggi siamo in una situazione anche peggiore perché qui, da quello che si legge, mi sembra che stia emergendo non un caso isolato. Il rischio è di essere di fronte a un sistema che in questi anni si è affermato. Credo vada fatta luce a 360 gradi senza guardare in faccia nessuno e per questo è molto importante difendere l’autonomia e l’indipendenza della magistratura”.

Native

Articoli correlati