Assad elogia Putin: "Con la vittoria della Russia in Ucraina il mondo sarà sicuro e in pace"
Top

Assad elogia Putin: "Con la vittoria della Russia in Ucraina il mondo sarà sicuro e in pace"

Il presidente siriano Bashar al-Assad è andato in Russia per incontrare Putin e ha espresso il suo sostegno all'invasione dell'Ucraina

Assad elogia Putin: "Con la vittoria della Russia in Ucraina il mondo sarà sicuro e in pace"
Assad e Putin
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Marzo 2023 - 09.43


ATF

Il dittatore che elogia il tiranno che lo ha aiutato a non fare la fine di Saddam Hussein e del quale è un fedele cagnolino.

La maggior parte dei siriani vuole che la Russia vinca sull’Ucraina nell’operazione militare speciale». Perché, dopo, «il mondo sarà più sicuro e in pace».

Lo ha detto il presidente siriano Bashar al-Assad nel corso di una intervista alla Ria Novosti a Mosca, dove si è recato per colloqui con il leader del Cremlino Vladimir Putin. «Quando la Federazione Russa vincerà questa guerra, come desidera la maggior parte dei siriani, emergerà sicuramente un nuovo mondo, più sicuro e pacifico. Questo è il vero impatto di questa guerra sulla percezione dei siriani», ha detto Assad.

«Naturalmente, il popolo siriano sostiene la Russia con grande entusiasmo per una serie di motivi. Da un lato, si tratta di solidarietà poiché la Federazione Russa ha sostenuto i siriani nella lotta al terrorismo, dall’altro c’è il fatto che questa guerra inizierà a cambiare l’equilibrio globale. Perché parte della sofferenza in Siria, Iraq e molti altri paesi è causata dal mondo unipolare», ha proseguito Assad.

Leggi anche:  Putin silura il segretario del Consiglio di sicurezza nazionale Patrushev e gli affida un incarico marginale

Coalizione anti-Usa con Cina e Russia

Una coalizione di Paesi che si impegnino a contrastare l’egemonia degli Stati Uniti nel mondo. L’ha chiesta il presidente siriano Bashar al-Assad in visita a Mosca, dove ha incontrato il leader del Cremlino Vladimir Putin. La Russia e la Cina, ha detto Assad nel corso di una intervista alla Ria Novosti, hanno una responsabilità speciale in questo senso.

«Non possiamo dire che ci sia uno stato in grado di fermare l’aggressione americana, che dura da almeno tre decenni dal crollo dell’Urss, o anche di più, dalla guerra di Corea. Tuttavia, ci sono vari metodi. Se parliamo di attività politica, allora è necessaria una coalizione tra un certo numero di paesi», ha detto Assad. Alla creazione di un mondo bipolare, secondo il presidente siriano possono contribuire diversi Paesi.

«Russia e Cina hanno una responsabilità speciale in questo senso. Ci sono anche paesi Brics, ci sono altri paesi che hanno iniziato ad allontanarsi dagli Stati Uniti e hanno perso fiducia in Washington, capendo che gli Stati Uniti sono una minaccia per la stabilità mondiale», ha aggiunto il presidente siriano.

Native

Articoli correlati