Gantz disposto a concessioni dolorose per riavere gli ostaggi ma Ben Gvir vuole solo guerra
Top

Gantz disposto a concessioni dolorose per riavere gli ostaggi ma Ben Gvir vuole solo guerra

Benny Gantz, membro del gabinetto israeliano di guerra, intervenendo in occasione del Giorno della memoria si è detto disposto a pagare un prezzo

Gantz disposto a concessioni dolorose per riavere gli ostaggi ma Ben Gvir vuole solo guerra
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Maggio 2024 - 14.22


ATF

Avremo di nuovo giorni più tranquilli e migliori. Rivedremo i nostri ostaggi, per i quali tutti preghiamo e che ci impegniamo a riportare indietro anche a un prezzo estremamente doloroso».

Lo ha detto Benny Gantz, membro del gabinetto israeliano di guerra, intervenendo in occasione del Giorno della memoria per i caduti dello Stato ebraico.

 «Torneremo a Be’eri e Metula, forti ma pieni di energia», ha aggiunto, riferendosi alle comunità del sud e del nord Israele più colpite dagli attacchi di Hamas ed Hezbollah. Lo riporta The Times of Israel.

Le parole di Gantz vanno in controtendenza rispetto a quelle del ministro della Sicurezza, Itamar Ben Gvir, che nel suo intervento non ha menzionato gli ostaggi ma ha chiesto di andare avanti con la guerra. «Il sangue dei nostri fratelli grida dalla terra e ci comanda di andare avanti e di ricordare, di andare avanti e di combattere. Con scudo e spada, fino alla vittoria. E sta arrivando», ha affermato Ben Gvir.

Leggi anche:  Benny Gantz a Netanyahu: "Piano sulla guerra entro l'8 giugno o usciamo dal governo"
Native

Articoli correlati